Enzo di Mauro

Enzo Di Mauro è nato a Paternò, in provincia di Catania, nel 1955. Con Notturna (1987) ha vinto il premio Montale della giuria tecnica. Ha curato La parola innamorata (1978, con Giancarlo Pontiggia), Il giudice e il suo scriba. Narratori davanti alla legge (1998), Un capitano coraggioso. Il teatro di Ugo Margio (2009) e Destino e finitezza. Su Valerio Zurlini (2011, con Giancarlo Mancini). Del 1997 è Fenomenologia di Battiato (con le foto di Roberto Masotti). Il suo primo articolo risale al 1969, e da allora ha esercitato una ininterrotta attività pubblicistica per molte testate, tra cui «La Fiera letteraria», «La Gazzetta di Genova», «Il Globo», «Italia Oggi», «Paese sera», Radio popolare, «Liberazione», Radio Rai, «Diario», «Corriere della Sera», «Il Messaggero». Da parecchi anni svolge un intenso lavoro di cronista letterario per il quotidiano «il manifesto», che egli considera come la sua vera, unica casa. Vive tra Milano, Arona e Roma.