Pietro Savorgnan di Brazzà

In offerta!
brazza

Pietro Savorgnan di Brazzà

Pietro Savorgnan di Brazzà. Esploratore di pace ripercorre con piglio a tratti avventuroso, a tratti commovente e realistico la vita e i misteri che aleggiano intorno alla figura di questo grande esploratore di origini italiane.
Misconosciuto in patria, Brazzà è l’unico uomo bianco a cui sia mai stata intitolata una capitale africana, Brazzaville, capitale del Congo francese.
Visionario scalzo e aristocratico idealista, rappresenta la dimostrazione che un colonialismo pacifico sarebbe stato possibile.
Naturalizzato francese, Brazzà passò la maggior parte della sua vita in Africa, realizzando tre grandi spedizioni, ognuna portata a compimento con uno scopo diverso, ma sempre col medesimo cuore e rispetto per l’Altro, in un’Europa che viveva la scoperta dell’Africa attraverso il colonialismo brutale e schiavista del guerrafondaio razzista Stanley.

ISBN 9788896971239
Pagine 136, colore
Formato 17x24cm
Allestimento Brossura filo refe
Anno di pubblicazione 2013
Lingua Italiano

14,50 12,33

Disponibile

Colori di Alice Kinoki Previati

Parigi, un giovane viene acclamato come un eroe per le strade della città. Un bambino cerca di farsi largo tra la folla, vuole vedere colui che ispira ogni giorno le sue avventure di conquista, ma non sa che come lui anche Pierre Savorgnan de Brazzà, da bambino sognava di fare l’esploratore e che in quel momento, mentre avanzava sul suo cavallo bianco, capiva di aver realizzato il suo sogno!

Pietro Savorgnan di Brazzà. Esploratore di pace ripercorre con piglio a tratti avventuroso, a tratti commovente e realistico la vita e i misteri che aleggiano intorno alla figura di questo grande esploratore di origini italiane.
Misconosciuto in patria, Brazzà è l’unico uomo bianco a cui sia mai stata intitolata una capitale africana, Brazzaville, capitale del Congo francese.
Visionario scalzo e aristocratico idealista, rappresenta la dimostrazione che un colonialismo pacifico sarebbe stato possibile.
Naturalizzato francese, Brazzà passò la maggior parte della sua vita in Africa, realizzando tre grandi spedizioni, ognuna portata a compimento con uno scopo diverso, ma sempre col medesimo cuore e rispetto per l’Altro, in un’Europa che viveva la scoperta dell’Africa attraverso il colonialismo brutale e schiavista del guerrafondaio razzista Stanley.

In collaborazione con  Museo Spazio Brazzà

 

Leggi anteprima online     

 

 

Erika De Pieri

Erika De PieriErika De Pieri esordisce nel 2005 con La saponificatrice (Becco Giallo) che le vale la menzione come miglior esordiente al premio Carlo Boscarato 2006. Nel 2009 pubblica Apartheid (Barbera). Per Lavieri ha pubblicato i libri per l’infanzia La bambina Cioccolato (2009), Gedeone tigre in pensione (2010), Il principe azzurro ma proprio azzurro (2011, scritto da Gianna Marrone) e i fumetti Il castello scomparso in mare. L’incredibile storia di Ippolito Nievo (2011) e Pietro Savorgnan di Brazzà. Esploratore di pace (2013).

Informazioni aggiuntive

Autore/i

Pagine

136, colore

Formato

17x24cm

Allestimento

Brossura filo refe

Lingua

Italiano

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Pietro Savorgnan di Brazzà”