In offerta!

La formichina Gina

La formichina Gina

Tratta da una storia popolare

In una casa molto piccina, vive sola Gina la formichina. Un giorno mentre aggiustava le sue provviste trova una moneta d’oro. Finalmente può comprarsi qualcosa di bello e originale. Ma cosa? Un dolce una collana o… Ecco trovata la soluzione: un fiocco rosso per per essere più carina e non restare più sola!

coedizione More et Jure  / Lavieri
ISBN 9788889737262
Pagine 32, colore
Formato 15x21cm
Allestimento Brossura filo refe
Anno di pubblicazione 2018
Lingua Italiano

8,00 6,80

Solo 10 pezzi disponibili

Sfoglia la lista dei desideri
Tratta da una storia popolare

In una casa molto piccina, vive sola Gina la formichina. Un giorno mentre aggiustava le sue provviste trova una moneta d’oro. Finalmente può comprarsi qualcosa di bello e originale. Ma cosa? Un dolce una collana o… Ecco trovata la soluzione: un fiocco rosso per per essere più carina e non restare più sola!

Pina Montinaro si laurea in Lingue e Letterature straniere presso l’Università del Salento, dove consegue anche il Dottorato di ricerca in Studi letterari, linguistici e culturali. Si occupa di glottodidattica teatrale e di traduzione di libri per ragazzi. Per Lavieri ha tradotto in francese I racconti di Punteville di Gianluca Caporaso, illustrato da Rita Petruccioli.

Benedetta Carmen Francioso, in arte Penni Phi, conclude nel 2016 gli studi presso Lupaie Comix. Nel 2015 illustra il libro per l’infanzia “Polipopio” con la casa editrice Siciliano Editore. Nel 2016 alcune delle sue tavole ad acquerello sono state pubblicate sulla rivista “Arte e Artisti Contemporanei #47”.

coedizione More et Jure  / Lavieri

Pina Montinaro

Pina Montinaro si laurea in Lingue e Letterature straniere presso l’Università del Salento, dove consegue anche il Dottorato di ricerca in Studi letterari, linguistici e culturali. Si occupa di glottodidattica teatrale e di traduzione di libri per ragazzi. Per Lavieri ha tradotto in francese I racconti di Punteville di Gianluca Caporaso, illustrato da Rita Petruccioli: Les histoires de Punteville.